Home » Innovazione » Verdura e ortaggi che crescono in cucina: è il progetto della startup NeoFarms

Verdura e ortaggi che crescono in cucina: è il progetto della startup NeoFarms

Vi piacerebbe poter coltivare in casa verdura e ortaggi, anche se vivete in un appartamento e non avete un orto a disposizione? Presto questo piccolo sogno green potrà realizzarsi. La startup NeoFarms, fondata da Maximilian Richter e Henrik Jobczyk, ha infatti creato un elettrodomestico per l’home gardening, dalla forma molto simile a un frigorifero e dalle ante trasparenti, che permette di ottenere una personalissima raccolta di verdure, risparmiando acqua e senza l’utilizzo del terreno.

Una tecnologia innovativa

Ma come riesce NeoFarms ad avere questi risultati? Il segreto è l’idroponica, una tecnologia sviluppata dalla NASA. Le piante ricevono acqua e sostanze nutritive attraverso una sottile nebbia e possono svilupparsi verticalmente, perché non hanno più il problema del peso. Le condizioni per la crescita vengono mantenute a un livello ottimale e gli alimenti riescono così anche a conservare intatte le loro proprietà, perché non soggetti a stoccaggio e trasporto. Basta solo attendere che l’insalata e le erbe crescano per poterle raccogliere: non sono richieste infatti particolari abilità. I benefici di NeoFarms sono molteplici per i consumatori: niente pesticidi, verdure sempre freschissime e subito disponibili, origine garantita. In programma anche la realizzazione di un’app, sia per controllare l’elettrodomestico che per consultare ricette e avere info e suggerimenti utili.

I founder della startup NeoFarms
Maximilian Richter e Henrik Jobczyk (Foto Facebook)

Un’idea innovativa nata, come spesso accade, da un’intuizione arrivata per caso. Henrik, studente di biotecnologie particolarmente interessato all’alimentazione, racconta di aver avuto una sorta di “illuminazione” mentre prendeva delle verdure nel suo frigo. Ha pensato a come potesse essere utile combinare l’idroponica, l’agricoltura verticale e il giardinaggio urbano. L’incontro con Maximilian, studente di design industriale, ha fatto sì che Neofarms diventasse realtà. A ottobre del 2016 hanno realizzato il primo prototipo e nello stesso mese sono stati selezionati per il programma di accelerazione StartupBootCamp Foodtech di Roma.

Verdure coltivate a casa con la startup NeoFarms

 I progetti per il futuro

Per la startup NeoFarms si preannuncia un 2017 di intenso lavoro: la strada è ancora molto lunga. Henrik e Max ora stanno sviluppando il prodotto e cercando un investitore che sia anche competente nel campo. Se tutto dovesse procedere secondo i piani, il lancio sul mercato europeo – e chissà, magari anche statunitense – è previsto per il 2018. Eh sì, dobbiamo attendere ancora un po’ prima di riuscire a vestire i panni di modernissimi, provetti contadini!  

 

Lascia un commento

avatar

Seguici sui social

About me

Mari Stardust

Appassionata di cucina e viaggi, scrivo e intanto sogno di assaggiare i piatti di tutto il mondo.
banner michelin days

Post più letti

banner the tasty ways

Facebook

Unable to display Facebook posts.
Show error

Error: This IP can't make requests for that application.
Type: OAuthException
Code: 190
Please refer to our Error Message Reference.

Twitter

Ricetta della spigola alla vernaccia di Oristano https://t.co/JNLhee6B34 https://t.co/BAQOgdz7Rb

I 5 migliori ristoranti in Toscana dove mangiare la fiorentina. https://t.co/RflHH3OZTR https://t.co/nbBgXVyr9t

I migliori Master per il Food and Beverage in Italia e in Europa https://t.co/Ugd0ZmTThv https://t.co/omHxe4WSfU

Sommellerie, quali sono i migliori corsi in Italia https://t.co/4eEhVPkmZy https://t.co/2TFRcJ9FEL

Sommet Education e le sue tre scuole d’eccellenza per l’alta formazione https://t.co/ZOO8Tldpd1 https://t.co/0NtASHpcjo

Load More...