Home » Tendenze » I trend gastronomici del 2017: le previsioni che arrivano dagli States
Trend gastronomici: un banco di colorate spezie

I trend gastronomici del 2017: le previsioni che arrivano dagli States

Quali saranno i cibi del 2017? A questa domanda sui trend gastronomici che ci accompagneranno nei prossimi mesi ha risposto, come ogni anno, la National Restaurant Association americana.

Il sondaggio è stato proposto a circa 1300 chef, membri dell’American Culinary Association, da cui sono nate la “top 20” dei cibi di tendenza e la “top 10” dei nuovi “concept” sempre in ambito food. I risultati sono sicuramente curiosi e anticipano le nuove mode che potrebbero arrivare da noi direttamente dagli States.

Se amate la cucina etnica autentica e lo street food, allora il 2017 sarà sicuramente l’anno fortunato per il vostro palato!

trend gastronomici

Cibi home-made ma anche contaminazioni e sapori dimenticati

Al primo posto di questa speciale classifica troviamo l’innovazione in un alimento che in realtà è sempre molto discusso, la carne di manzo, ma sotto nuove vesti, ossia con “nuovi tagli”; mentre al secondo posto i piatti ispirati dalla street food come tempura, spiedini di carne, noodles e tacos. Magari accompagnati da alcolici sempre artigianali. Al terzo invece sono indicati pasti più salutari per bambini, che mettono al bando merendine e biscotti.  Trionfano insaccati e conserve fatte in casa, gli ortaggi e i frutti rari o dimenticati, il pesce proveniente da allevamenti sostenibili e il gelato rigorosamente artigianale. Sempre tra i trend, anche se in calo, i formaggi artigianali, i semi e cereali alternativi, come quinoa e chia, i dessert tra il dolce e il salato e gli alimenti gourmet per i più piccoli. Il sapore esotico più in voga? Quello che arriva dall’Africa.

Semplicità e sostenibilità tra i trend gastronomici

Come risulta già dalle previsioni riguardanti il cibo, il 2017 si preannuncia particolarmente attento alla sostenibilità e alla territorialità anche per quanto riguarda i food concept; i trend gastronomici sottolineano ritorno alla semplicità, agli ingredienti genuini e la riduzione degli sprechi, anche se in realtà questi sono obiettivi fondamentali già da qualche tempo. Al primo posto troviamo quella che in inglese viene definita “hyper-local sourcing”, ossia la formula ristorante+orto, caffè+torrefazione: ciò che viene consumato all’interno è anche prodotto sul posto. Al secondo gradino spiccano le attività più “fast” e “casual”, ma diretti da grandi chef.

 

Sapori da scoprire e nuove emozioni da mettere nel piatto: questo è il trend che, evidentemente, non passerà mai di moda.

Lascia un commento

avatar

Seguici sui social

About me

Mari Stardust

Appassionata di cucina e viaggi, scrivo e intanto sogno di assaggiare i piatti di tutto il mondo.
banner michelin days

Post più letti

banner the tasty ways

Facebook

Unable to display Facebook posts.
Show error

Error: Error validating application. Application has been deleted.
Type: OAuthException
Code: 190
Please refer to our Error Message Reference.

Twitter

Le 5 migliori scuole di alta cucina nel mondo https://t.co/4e5BXWcFCJ https://t.co/Qe6aG3bsWs

4 famose scuole di alta cucina in Italia: trovare lavoro nel settore food https://t.co/owlNB6C8qf https://t.co/qfiqda0rEb

Il Cilento, patria della mozzarella di bufala https://t.co/lWPbK2WbLB https://t.co/ASIUppFr47

Il re della cucina piemontese: il tartufo bianco https://t.co/oFcqD1jIT2 https://t.co/2MDtVGYYfL

Il giro del mondo in 6 ristoranti stellati Michelin https://t.co/qVR3b3iugA https://t.co/ZrQFLMwkfL

Load More...